Resta in contatto

News

Benevento-Palermo 1-2, gli ex firmano una vittoria fondamentale

A segno Nestorovski e Puscas, con Brignoli super a difendere il risultato fino alla fine. Gol per i campani di Asencio. Finale da brivido, ma 3 punti per i rosa

Il Palermo vince per 2-1 lo scontro diretto sul campo del Benevento si porta a un solo punto dalla coppia di testa formata da Brescia e Lecce in attesa del posticipo di domani sera che vedrà i lombardi sul campo del Livorno. A decidere la partita il gol sul finire del primo tempo di Nestorovski e le reti di Puscas e Asencio nel secondo. Per i padroni di casa da segnalare una traversa nel primo tempo di Ricci.

Stellone non riserva sorprese rispetto alle indiscrezioni trapelate alla vigilia sulla formazione e conferma il 4-3-1-2 con Nestrovski e Moreo in attacco supportati dal trequartista Falletti; a centrocampo ci sono Murawski, Jajalo e Haas; in difesa, davanti al portiere Brignoli, Salvi, Szyminski, Rajkovic e Aleesami. Brignoli è fra i protagonisti del primo tempo con parate decisive, ma il suo inizio di partita non è stato impeccabile: al 12’ legge male la traiettoria del pallone e si avventura fino al limite dell’area dove Coda di testa lo anticipa, ma senza dare forza al pallone che non arriva in porta per l’intervento di Aleesami. Poi il portiere rosanero trova il modo per farsi perdonare su un tiro a giro di Importa, su una botta a colpo sicuro di Coda, sulle due conclusioni di Ricci e sul tiro ancora di Coda da fuori. Il Palermo ci prova dalla distanza quando trova spazio, ma non è sempre preciso. Comanda le operazioni dal punto di vista della gestione del gioco, ma lascia spazio ai padroni di casa troppo spesso. I rosanero cercano sempre l’azione manovrata e si avvicinano sempre di più alla porta dei campani fino a quando Nestorovski porta in vantaggio i rosanero: succede al quarantaduesimo e il capitano, servito in verticale da Jajalo con un passaggio preciso che vanifica il tentativo di anticipo di Antei, controlla il pallone e di sinistro mette il pallone alle spalle di Montipò. Per il capitano del Palermo è il dodicesimo gol in campionato, quello che permette ai rosanero di andare al riposo in vantaggio dopo avere anche rischiato di finire sotto di almeno un gol.

In avvio di secondo tempo il Benevento prova subito a tenere un ritmo altissimo, ma la prima conclusione, per la verità non irresistibile, è di Falletti. Moreo poi libera sugli sviluppi di un calcio d’angolo nel cuore della sua area piccola. Nei minuti iniziali è un continuo capovolgimento di fronte, con il pallone che viaggia rapidamente da una parte all’altra del campo. Al quarto d’ora Jajalo va in scivolata nel tentativo di chiudere su Viola e si fa ammonire: era diffidato e salterà la partita di lunedì sera contro il Padova; sulla punizione dalla trequarti Coda calcia in porta e Brignoli mette in angolo. I minuti scorrono, il Palermo gestisce anche se a volte lo fa con qualche giocata di troppo. Alla mezzora Brignoli è decisivo sulla conclusione di Viola dalla distanza. Stellone prova a proteggere il risultato a una decina di minuti dalla fine: fa rifiatare Nestorovski inserendo Puscas e mette dentro Fiordilino al posto di Falletti. Passano meno di tre minuti e dopo un’altra parata miracolosa di Brignoli di piede su Buonaiuto, i rosanero raddoppiano proprio con Puscas che firma il gol dell’ex. Il rumeno scatta sulla fascia sinistra in posizione regolare, entra in area e mette il pallone sul palo più lontano. C’è spazio sul finire anche per Pirrello che prende il posto di Haas. Quando la partita sembra chiusa Asencio di testa, proprio al novantesimo, trova il gol del 2-1. Gli ultimi minuti sono da infarto, ma vince il Palermo.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a PALERMO su Sì!Happy

Altro da News